martedì 29 marzo 2016

Ostia antica

Domenica 3 aprile, h. 10.00   (Prenotazioni chiuse)
OSTIA ANTICA
Nata come centro militare per controllare le foci del Tevere, Ostia divenne col tempo un'importantissima città commerciale, legata alla gestione dei porti imperiali di Claudio e di Traiano. Avremo modo di visitare i templi e il foro, il teatro e le terme, le botteghe e la caserma dei vigili, le case d'affitto popolari e le ville aristocratiche, immergendoci nella vita e abitudini degli antichi romani.
Appuntamento h. 10.00, Viale dei Romagnoli, 717.
Costi: 8 visita guidata. Ingresso gratuito al sito in occasione della prima domenica del mese. Tessera associativa annuale: 2 €. Peri minori di 18 anni la visita guidata è gratuita.
Durata: 2h30 circa. Posti limitati a 20 persone.

Un'anteprima di quel che visiteremo? Date un'occhiata alle splendide riprese aeree realizzate nel video della Regione Lazio. 

Ostia antica Visitlazio 



INFO E PRENOTAZIONI A
pan.archeologia@gmail.com
393 31 00 313

domenica 20 marzo 2016

Gli Appuntamenti di Aprile

Domenica 3 aprile, h. 10.00
OSTIA ANTICA
Nata come centro militare per controllare le foci del Tevere, Ostia divenne col tempo un'importantissima città commerciale, legata alla gestione dei porti imperiali di Claudio e di Traiano. Avremo modo di visitare i templi e il foro, il teatro e le terme, le botteghe e la caserma dei vigili, le case d'affitto popolari e le ville aristocratiche, immergendoci nella vita e abitudini degli antichi romani.
Appuntamento h. 10.00, Viale dei Romagnoli, 717.
Costi: 8 visita guidata. Ingresso gratuito al sito in occasione della prima domenica del mese. Tessera associativa annuale: 2 €.

Domenica 10 aprile, h. 10.45
TEATRO ARGENTINA: visita spettacolo con gli attori del Teatro Argentina  (ingresso esclusivo per i soci di PAN)

Un'occasione da non perdere per scoprire uno dei teatri storici di Roma: con gli attori dell'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica"Silvio D'Amico" percorreremo un itinerario molto particolare nei luoghi più suggestivi dello storico Teatro Argentina. Una visita/spettacolo itinerante che ci condurrà dal foyer al palcoscenico, ai sotterranei. Gli attori daranno voce alle grandi opere teatrali che sono state rappresentate al Teatro Argentina, spesso per la prima volta. Si reciteranno Luigi Pirandello, le cronache dei viaggiatori stranieri di passaggio a Roma, i divertenti sonetti del Belli ed infine l'orazione funebre di Antonio nel Giulio Cesare di William Shakespeare.  
Appuntamento; h. 11.00, Via di Torre Argentina ad angolo con Via dei Barbieri (fermata bus).
Costi: 5 comprensivo del biglietto di ingresso per la Visita spettacolo al Teatro Argentina  e dei servizi di prenotazione. Tessera associativa annuale: 2 €
Per i minori di 18 anni il costo è di 4, la tessera associativa è gratuita.
Durata: 1h30 circa.  Limite di partecipanti: 20 persone, iscrizioni fino ad esaurimento posti.

Venerdì 15 aprile, h. 16.30
L'AUDITORIUM DI MECENATE (sito ad ingresso solo su prenotazione)
Nel quartiere Esquilino, in via Merulana, si conserva una sala semisotterranea decorata da splendidi affreschi, unico resto del complesso appartenente a Mecenate, celebre collaboratore di Augusto. Avremo modo di entrare all'interno dell'ampia aula, larga 13 e lunga 24 metri, con un’abside semicircolare sul fondo che presenta una gradinata costituita da sette stretti gradini concentrici. Il monumento, tradizionalmente conosciuto come Auditorium di Mecenate, faceva parte di un complesso residenziale più ampio, la lussuosa residenza fatta costruire da Mecenate eseguendo grandi lavori tra i quali la bonifica del sepolcreto che si estendeva subito fuori le Mura Serviane (ancora visibili) e il riempimento del fossato antistante le mura stesse. Un'occasione da non perdere dato che il sito è normalmente chiuso e accessibile solo su prenotazione per i gruppi.
Appuntamento: h. 16.30, Largo Leopardi (Via Merulana, altezza Teatro Brancaccio).
Costi: 8 € visita guidata+ 4 € ingresso al sito. Tessera associativa annuale: 2 €

Sabato 16 aprile, h. 11.00
IL CIMITERO ACATTOLICO 
Nato alla fine del Settecento come luogo di sepoltura per i molti acattolici morti a Roma, divenne ben presto il cimitero di poeti, scrittori, artisti, tra i più noti i romantici inglesi Keats e Shelley le cui tombe sono tutt'ora meta di visita per molti stranieri. Camminando nel verde dei vialetti della parte antica, ai piedi della Piramide di Lucio Caio Cestio e delle Mura Aureliane, passando tra le numerose tombe artistiche, avremo modo di ripercorrere la storia di questo luogo suggestivo, fuori dal tempo e dalla frenesia caotica della città che gli scorre accanto.
Appuntamento: h. 10.45, Via Caio Cestio, 6.
Costi: 8€ visita guidata+3€ contributo per l'entrata al cimitero.
Tessera associativa annuale: 2 €


Sabato 23 aprile, h. 10.30
La Villa di Massenzio e l’Appia antica
All'interno del Parco regionale dell'Appia Antica si trova il grande complesso residenziale della Villa di Massenzio che in antichità si affacciava scenograficamente lungo la "regina viarum". Un’occasione per visitare l’area archeologica legata al celebre avversario di Costantino e ripercorrere le turbolenti vicende che portarono alla battaglia di Ponte Milvio. Entreremo all'interno del Mausoleo che avrebbe dovuto ospitare le sepolture del figlio di Massenzio, Romolo, e della dinastia che l'imperatore avrebbe voluto fondare; vedremo i resti del circo privato dell'imperatore, tra i migliori conservati del mondo romano, e capiremo come funzionavano le corse con i carri e il grande successo che squadre e aurighi riscuotevano. Completeremo percorrendo un breve tratto dell'antica Via Appia, immersi nel verde di uno degli ultimi lembi di campagna romana.
Appuntamento: h.10.20, Via Appia antica, 153, all'ingresso del sito.
Costi:8€ visita guidata, sito a ingresso gratuito.

venerdì 18 marzo 2016

Benvenuta Primavera: il Parco degli Acquedotti

Sabato 19 marzo, h. 15.30
IL PARCO DEGLI ACQUEDOTTI
La grandezza dell'Impero Romano appare straordinaria soprattutto per tre cose: gli acquedotti, le strade, le cloache. Così scriveva nel I d. C. lo storico greco Dionigi di Alicarnasso esprimendo il suo stupore di fronte alle grandi opere di utilità pubblica costruite dai Romani.

A pochi passi dal traffico della Via Tuscolana si estende, con i suoi 240 ha, il Parco degli Acquedotti, oggi integrato all’interno del Parco Regionale dell’Appia Antica. Sulla sua area si ergono le grandiose e spettacolari arcate degli acquedotti che rifornivano in antico Roma: in questa zona passavano ben sei degli acquedotti romani a cui si aggiunse nel XVI secolo l’Acquedotto Felice. 
 
Immersi nel verde della campagna romana, scopriremo i resti dell’antico basolato della Via Latina, di una villa romana con cisterna, di torri, fossi e casali medievali, godendoci l'inizio della primavera in questo angolo conservato dell’Agro Romano.

Appuntamento: h. 15.30, Via Lemonia, 256.
Costi: 8 euro visita guidata, tessera associativa annuale 2 euro.
Durata: 2h.
Minimo partecipanti: 6 persone, massimo 20.



INFO E PRENOTAZIONI A 
pan.archeologia@gmail.com
393 31 00 313

venerdì 11 marzo 2016

Prossimi appuntamenti: Mitreo del Circo Massimo e Parco degli Acquedotti

Venerdì 18 marzo, h. 11.30
IL MITREO DEL CIRCO MASSIMO (apertura esclusiva per il gruppo di PAN)
Foto: Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali
 

Scoperto casualmente nel 1931, il mitreo si trovava a a poca distanza dai carceres del Circo  Massimo, da cui partivano le bighe per le corsa. Diffusissimi a Roma nel III secolo, i mitrei erano i luoghi di culto per gli adepti dell'orientale dio Mitra, divinità particolarmente onorata dai soldati, a cui vi accedevano, dopo una serie di riti di iniziazione, solo gli uomini. Se avete voglia di saperne di più, di scoprire come si svolgevano i banchetti sacri e comprendere l'architettura di questi ambienti, spesso ipogei, non perdetevi la visita al Mitreo del Circo Massimo, sito normalmente chiuso e accessibile solo su prenotazione.

Appuntamento: h. 11.15, Piazza Bocca della Verità, 16.
Costi: 8 euro visita guidata + 4 euro biglietto di ingresso al sito (3 euro per possessori di Bibliocard e Metrebus annuale).  
Minimo partecipanti 5 persone, massimo 12. Prenotazioni entro giovedì 16 marzo h. 17.00. 
Prenotazioni a
pan.archeologia@gmail.com
393 31 00 313

Sabato 19 marzo, h. 15.30
BENVENUTA PRIMAVERA: IL PARCO DEGLI ACQUEDOTTI
La grandezza dell'Impero Romano appare straordinaria soprattutto per tre cose: gli acquedotti, le strade, le cloache. Così scriveva nel I d. C. lo storico greco Dionigi di Alicarnasso esprimendo il suo stupore di fronte alle grandi opere di utilità pubblica costruite dai Romani.

A pochi passi dal traffico della Via Tuscolana si estende, con i suoi 240 ha, il Parco degli Acquedotti, oggi integrato all’interno del Parco Regionale dell’Appia Antica. Sulla sua area si ergono le grandiose e spettacolari arcate degli acquedotti che rifornivano in antico Roma: in questa zona passavano ben sei degli acquedotti romani a cui si aggiunse nel XVI secolo l’Acquedotto Felice. 
 
Immersi nel verde della campagna romana, scopriremo i resti dell’antico basolato della Via Latina, di una villa romana con cisterna, di torri, fossi e casali medievali, godendoci l'inizio della primavera in questo angolo conservato dell’Agro Romano.

Appuntamento: h. 15.30, Via Lemonia, 256.
Costi: 8 euro visita guidata, tessera associativa annuale 2 euro.
Durata: 2h.
Minimo partecipanti: 6 persone, massimo 20.



INFO E PRENOTAZIONI A 
pan.archeologia@gmail.com
393 31 00 313