lunedì 30 marzo 2015

Prossimi appuntamenti

Ecco i nostri prossimi appuntamenti:

Il Ghetto, domenica 12 aprile, h. 16.30.
Il Museo dell'Ara Pacis: archeologia e architettura, martedì 21 aprile, h.17.00.
Il monte Testaccio, domenica 26 aprile, h. 16.30.

Trovate i dettagli alla pagina Visite guidate Aprile.

Vi segnaliamo inoltre una recentissima scoperta: durante gli scavi per la metro C sono stati rinvenuti 80 metri delle Mura Aureliane, rimettendo in luce undici arcate, due torri e tracce di pittura medievale. La scoperta ha suscitato grande sorpresa tra gli studiosi poichè il tratto in questione si riteneva ormai scomparso. Le murature invece furono interrate, senza essere demolite, durante i lavori settecenteschi per il rifacimento della facciata della Basilica di San Giovanni e del piazzale antistante.

http://roma.corriere.it/notizie/cultura_e_spettacoli/15_marzo_29/ritornano-luce-mura-aureliane-dimenticate-4203bb84-d636-11e4-b0f7-93d578ddf348.shtml


La scoperta è stata presentata la scorsa settimana durante la Giornata di Studi: Le Mura Aureliane nella storia di Roma. 1. Da Aureliano a Onorio tenutasi presso il Dipartimento di Architettura dell'Università Roma Tre e organizzata in collaborazione con gli altri due Atenei pubblici romani, la Sovrintendenza Capitolina di Roma Capitale e il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. 
Si auspica che finalmente potrà ampliarsi il camminamento sulle Mura Aureliane di cui si parla da tempo. 

giovedì 26 marzo 2015

Gli affreschi della Basilica di San Clemente (Sabato 28 marzo)

Madonna con Bambino,VIII sec.
La Basilica inferiore di San Clemente conserva importanti testimonianze della pittura medievale, con cicli pittorici che vanno dall'VIII all'XI secolo. Perchè, a differenza di altri luoghi a Roma, queste pitture si sono in gran parte conservate? Perchè fino al 1857 la  primitiva basilica era sepolta sotto l' attuale! Fu grazie a lavori casuali nei sotterranei della chiesa che si scoprì l'originaria basilica con le pareti affrescate e, a un livello inferiore, le strutture romane.
Miracolo del Mar d'Avoz, XI sec.
Come spesso accade, alcune  pitture avevano un finanziatore devoto a San Clemente: è il caso degli affreschi raffiguranti il Miracolo del Mar d'Azov e la Traslazione delle reliquie del Santo (restaurati dall'Istituto Superiore per la Conservazione e Restauro). Grazie alla sua donazione, l'intera famiglia, i cui nomi compaiono nelle pitture commissionate, si sono guadagnati una fama al di là delle loro aspettative!

In ultimo si segnala una "chicca", definito da alcuni un "fumetto": è la conclusione della storia di San Clemente e Sisinnio dove troviamo Sisinnio che si rivolge ai suoi servi con colorite espressioni, testimonianza di uno dei primi esempi scritti di una lingua di transizione tra il latino e il volgare italiano
Vi siete incuriositi? Se avete voglia di saperne molto di più sulla storia di San Clemente e soprattutto di vedere personalmente l'affascinante basilica, vi aspettiamo:

SABATO 28 marzo alle ore 15.30
Quota visita guidata 8 euro+ biglietto sotterranei.
Piazza San Clemente, 5 (zona Colosseo-Via Labicana)

Ricordatevi di comunicarci la vostra partecipazione
a pan.archeologia@gmail.com o al 393 310 0313
Per ulteriori informazioni andate alla sezione Visite Marzo o contattateci.

 
Le immagini sono tratte dal sito ufficiale della Basilica di San Clemente.

lunedì 23 marzo 2015

Visita ai sotterranei della Basilica di San Clemente

SABATO 28 MARZO h. 15.30
Particolare del mosaico absidale, XII secolo.
Se non siete mai entrati nella Basilica di San Clemente, sabato non potete perdervi la nostra visita guidata. A Roma è uno dei siti che rivela con maggior chiarezza il fascino e la complessità del palinsesto storico della città.  Scopriremo quattro fasi archeologiche: dall’attuale basilica, costruita nel XII secolo e decorata con uno splendido mosaico absidale, scenderemo nei sotterranei della primitiva chiesa del IV secolo che conserva tra i più importanti cicli pittorici medievali ritrovati a Roma. A un livello inferiore troveremo le strutture di un isolato del II d.C. con i resti di un imponente edificio pubblico e di un' insula romana, trasformata successivamente in luogo di culto del dio Mitra. Infine rimangono le tracce di un quarta fase: i resti delle murature distrutte dall’incendio neroniano.
Affresco della basilica inferiore, XI secolo.
Scoprite 2000 anni di storia quando visitate la Basilica di San Clemente!
 http://www.basilicasanclemente.com/ita/ 


Appuntamento: Piazza di San Clemente, 5,  h. 15.30.
Costi: 8€ quota di partecipazione alla visita guidata + 5€ biglietto di ingresso ai sotterranei. (Si segnala che da luglio 2015 il biglietto ai sotterranei aumenterà da 5 a 10 euro).
Info e prenotazioni a pan.archeologia@gmail.com o al 393 310 0313 oppure inviateci un messaggio sul blog.

martedì 10 marzo 2015

Da una lettera di François René de Chateaubriand al Marchese di Fontanes, 1804.


Niente è paragonabile alla bellezza delle linee dell'orizzonte romano, della dolce inclinazione dei piani ed i contorni soavi e sfuggenti delle montagne che lo delimitano.